HOME

CENTO ANNI FUTURISTI

 

GIOVEDI' 19 FEBBRAIO 2009 - ORE 20:30 - Clos Wine Bar > Corte dei Sogliari, 3 - Mantova

VENERDI' 20 FEBBRAIO 2009 - ORE 18:30 - Libreria La Feltrinelli > C.so Umberto I, 56 – Mantova

 

CHI

il Galiardo

Associazione universitaria, ludica, culturale, apartitica che nasce in modo informale nel mese di maggio dell’anno 2008 con la volontà di creare una reale aggregazione studentesca, per promuovere attività culturali e ludiche di vario genere, legate all’ambito universitario.
Nella realtà virgiliana, l’inserimento di facoltà quali Ingegneria, Architettura e Medicina, si è dimostrato un passo notevole che proietta la realtà di Mantova legata alle sue tradizioni storiche di borgo, verso l’accezione di città aperta verso un panorama universitario che offre importanti opportunità di scambi culturali “d’importazione” quali studenti erasmus e pendolari di altre consistenti province.
L’associazione ha intenzione di gettare le basi per una sorta di interazioni sociali e culturali che leghino gli universitari alla realtà urbana che li circonda. L’interesse a produrre un’innovazione profonda e duratura è insita nelle basi de il Galiardo: pertanto il bisogno di Mantova di novità, legate al mondo giovanile, ben si sposa con le idee e le certezze della prima associazione studentesca legata all’Università di Mantova.
Contatti
e-mail:
ilgaliardo@hotmail.it

referente: Marcello Ghirardi - marcelloghirardi@libero.it - 348 0591832

Diabolus in musica

Produce ed organizza eventi culturali, concerti di musica classica e contemporanea, performance, workshops, laboratori e masterclass di danza contemporanea, teatro-danza e musica, dialogando con le istituzioni locali e soprattutto con un pubblico sempre crescente che si sta formando e interessando ad una proposta culturale originale e mai banale.

Organizza il festival di arti contemporanee Eterotopie - altri luoghi e pubblica Transatlantico, rivista trimestrale di riflessione e approfondimento culturale.

Contatti

referente: Leonardo Zunica - leozunica@gmail.com - 320 1136464

Il Notturno

I cosiddetti laboratori creativi riuniti del circolo, ossatura operativa di un’associazione senza fini di lucro, nata per celia nell’ottobre 2002, si adoperano sul territorio, in proprio o in collaborazione con altre associazioni per favorire la produzione d’eventi artistici di conio originale e segnalare i numerosi appuntamenti culturali locali, spesso bisognosi di una specifica e puntuale promozione.

Contatti

e-mail: info@ilnotturno.net

referente: Massimo Minotti - massimo.minotti@gmail.com - 347 3743782

  

PERCHE’

“Noi futuristi vogliamo realizzare questa fusione totale per ricostruire l'universo, rallegrandolo, cioè ricreandolo integralmente.

Daremo scheletro e carne all'invisibile, all'impalpabile, all'imponderabile, all'impercettibile.

Troveremo degli equivalenti astratti di tutte le forme e di tutti gli elementi dell'universo, poi li combineremo insieme, secondo i capricci della nostra ispirazione, per formare dei complessi plastici che metteremo in moto.”

Giacomo Balla - Fortunato Depero

Perché a cento anni dalla proclamazione sulla stampa internazionale di allora della nascita del movimento futurista, ricordare a Mantova quella data, quando a poca distanza nelle più prestigiosi piazze di Milano e Rovereto, con ben altro clamore, si è data risonanza a quell’avvenimento?

Forse perché allo spirito libertario di quegli artisti, un po’ gian burrasca e un po’ capitan fracassa, rimandano la loro ispirazione tre generazioni di spiriti altrettanto liberi, riuniti in tre associazioni che a Mantova e dintorni da alcuni anni si stanno muovendo con diversa fortuna e ambizioni:

Il Galiardo, la generazione emergente degli “universitari”, esseri sconosciuti ancora ai processi culturali della città di Mantova, che provano a rinverdire le gesta goliardiche dei loro padri o meglio nonni, un tempo costretti a sperimentarle nelle città limitrofe;

Diabolus in musica, la generazione di mezzo degli intellettuali alla ricerca della perduta contemporaneità e soprattutto di un riconoscimento tangibile del loro valore innovativo;

Il Notturno, la generazione degli anziani, secondo i canoni biologici di un tempo, ma arzilli, mai domi e sempre pronti a correre a soccorso della fantasia e creatività dei molti che non vogliono “morire dentro”.

Tre generazioni che riconoscono al Futurismo la capacità di essere riusciti ad aggregare intorno ad arti differenti (letteratura, pittura, scultura, musica, teatro, cinema, architettura, danza e anche cucina) un’intera generazione di intellettuali, nell’ ultimo forse e riuscito caso, verificatosi se non in Europa, almeno in Italia.

Una generazione di pensatori e attori creativi che è riuscita a spostare l’interesse della cultura ancora una volta verso l’Italia, proponendo una dialettica rivoluzionaria del “fare con stupore” di cui oggi, in un momento di crisi di prospettive non solo sociali ed economiche, si sente la mancanza. Un movimento che non si preoccupava dei contenitori, ma mirava diritto al contenuto, mentre oggi la cultura sembra ancora dis-orientata a progettare impianti e strutture, senza domandarsi invece se c’è abbastanza ancora acqua da far circolare nelle tubazioni.

  

 COSA

Durante la cena al Clos Wine Bar di giovedì 19 febbraio 2009, nel cui menù piatti storici della cucina futurista si alternano ad altri reinterpretati, saranno proiettati video storici sulla nascita del movimento e altri più recenti, con animazioni di giocattoli neofuturisti, accompagnati da una colonna sonora rigorosamente d’ispirazione rumorista e dalla declamazione dei più celebri manifesti futuristi.

I commensali pranzeranno su una comoda tovaglietta in carta da formaggio originale, su cui è riprodotto il misconosciuto Manifesto della cucina futurista, utilizzando l’imperdibile gadget dell'ANTIPOSATA - il cucchiaforchetello inutile e periglioso. Alzando gli occhi potranno ammirare lo skyline pop-futurista in plexiglass nero di Mantova (Ucrònia - Utòpia) e alcune opere della pittrice Gabriella Pauletti, ispirate alle opere dell’architetto futurista Antonio Sant'Elia.

Allo scoccare della mezzanotte del 19 febbraio 2009 ovvero all’ora zero dei CENTO ANNI FUTURISTI, sarà di scena una performance iconoclasta consistente nel pubblico ludibrio dei più validi esponenti, nei rispettivi campi, della porno-cialtroneria passatista. Gli sbeffeggiati portati in processione per le vie del centro, veglieranno nottetempo sul passatismo culturale locale e quindi trasferiti nella saletta conferenze della Libreria Feltrinelli, dove alle 18.30 di venerdì 20 febbraio 2009 sarà data lettura di altri manifesti futuristi. 
  

 NOTE

Nel corso delle manifestazioni saranno ricordate le riviste futuriste mantovane del primo ‘900 Bleu e Procellaria e le figura degli artisti futuristi mantovani. Oltre ai celebri Aldo Fiozzi, Gino Cantarelli, Umberto Mario Baldassari sarà dato spazio anche all’aeropittore Mino (Stanislao) Somenzi, nato a Marcaria nel 1899 e morto a Roma nel 1948.
Mino Somenzi, pittore, scultore e anche giornalista, nel 1924 organizza a Milano il I° Congresso Nazionale Futurista, è redattore delle riviste Futurismo, Sant'Elia, Aerovita. Nel 1929 è estensore del Manifesto dell'aeropittura futurista e negli anni trenta riorganizza il movimento. Tra i suoi scritti ricordiamo Difendo il futurismo... Polemiche sul futurismo [Roma, Arte Romana Tipografica Editoriale, (1937)]. Agli ospiti sarà consegnata una riproduzione su carta da giornale di una sua opera.

  

 Hanno collaborato:

Zerobeat

la Feltrinelli Libri e Musica di Mantova

Studioventisei

Mantova Capitale Europea dello Spettacolo

Transatlantico

AssociArti

Clos Wine Bar

Scatola Magica

 

Ideazione e coordinamento: Enrico Alberini

Direzione tecnico-artistica: Leonardo Zunica
Collaborazioni: Marcello Ghirardi, Massimo Minotti, Giovanni Pasetti, Gabriella Pauletti, Paola Somenzi

Grafica e ufficio stampa: Davide Prandini

 

Per saperne di più:

http://it.wikipedia.org/wiki/Futurismo

http://www.artemotore.com/futurismo.html

http://www.artdreamguide.com/_hist/futurismo/manif_02.htm
http://www.futurismo1.com/music/manifmusicisti.htm

http://www.artemotore.com/manifestotecnicoscultura.html

http://www.artemotore.com/marinetti.html

http://www.arcomai.it/index.asp?id=post_677486

http://www.artemotore.com/manifestocine.html

http://www.artemotore.com/manif.html

http://futurismoitaliano.googlepages.com/Manifesto-de-Il-Teatro-di-Variet.pdf

http://www.futurismo.altervista.org/manifesti/teatroSintetico.htm

http://futurismoitaliano.googlepages.com/Manifesto-del-teatro-futurista-della.pdf

http://www.parodos.it/il_manifesto_della_cucina_futuri.htm

http://www.elicriso.it/it/cucina/cucina_futurista/

http://www.homolaicus.com/arte/futurismo/gallery/manifesti.htm

 

CENTO ANNI FUTURISTI è un'iniziativa culturale inserita nel progetto VARCO - vie dell'arte contemporanea

 

piume e melassa sui passatisti (video)

 

rassegna fotografica completa

 

HOME